Architettura e spazi culturali: i nuovi progetti nell’Archivio

Sono disponibili nuovi progetti nell’Archivio di architetti.com, il catalogo on-line che consente la navigazione all’interno di centinaia di progetti e realizzazioni suddivisi per categorie: spazi intimi (design, arredamento, ecc.), spazi urbani (piazze, parchi, ecc.), spazi pubblici (musei, municipi, uffici, ecc.), spazi residenziali (case a schiera, isolate, tipologie ibride, torri residenziali, ecc.). Ogni progetto è composto da schede descrittive e visualizzazioni per immagini, e la banca dati permette un’indicizzazione per autore, anno di realizzazione, luogo e tipologia. Il catalogo si arricchisce giorno per giorno sia con gli inserimenti di tutti gli architetti che visitano il sito e che offrono la loro disponibilità di pubblicazione, sia con le proposte partecipanti a prestigiosi premi di architettura, quali il Premio Internazionale Architettura Sostenibile, il Premio Domus “Restauro e Conservazione”, il premio IQU (Innovazione e Qualità Urbana), il Premio Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura, ecc.

 

Per consultare l’archivio progetti devi fare solo una cosa: iscriverti al sito.
Iscriviti ad Architetti.com. È gratis.

 

I nuovi progetti disponibili, in particolare, riguardano:
spazi culturali, con la Nobelhuset, la sede del prestigioso premio Nobel a Stoccolma di David Chipperfield Architetcts, una nuova struttura contenente un museo, sale conferenze, uffici, una biblioteca, un ristorante ma soprattutto il nuovo auditorium che ospiterà l’importante cerimonia del premio, oltre a un nuovo grande giardino interno che creerà un nuovo grande spazio pubblico proprio al centro della città, e la Elbphilharmonie ad Amburgo, realizzata da Herzog & de Meuron lungo la riva del fiume Elba, un nuovo volume vetrato adagiato sulla possente cortina muraria di un vecchio edificio portuale, il Kaispeicher A;

 

architettura museale, con la Casa das Artes a Miranda do Corvo, Portogallo dello studio FAT – Future Architecture Thinking, un iconico punto di riferimento che celebra un luogo di incontro dedicato all’arte e alla cultura, uno spazio in grado di promuovere e stimolare la creatività attraverso spazi flessibili e spazi aperti immersi nel paesaggio, e il progetto di ampliamento del Victoria and Albert Museum di Londra, dello studio Amanda Levete Architects, un vasto volume ipogeo al di sopra del quale verrà disegnata una nuova corte d’ingresso, un nuovo cortile interno che fungerà da accesso e da un vero e proprio spazio pubblico all’aperto;

 

spazi pubblici, con il progetto Casa da Severa a Lisbona, di José Adriao Arquitecto, che trasforma una vecchia unità immobiliare in un luogo aperto al pubblico, una sorta di estensione del Museo del Fado dove è possibile seguire percorsi tematici e ove si tengono concerti, per gli amanti di questo struggente genere musicale, e con No name shop di Ali Dehghani, Ali Soltani, Atefeh Karbasi a Najafabad, Iran, un negozio “senza nome” che sfrutta i vincoli del luogo per realizzare uno spazio dai percorsi fluidi che utilizza per sottolineare l’entrata e la distribuzione principale interna.

 

Nell’immagine, David Chipperfield Architetcts, vista esterna del Nobelhuset, sede del premio Nobel a Stoccolma. © David Chipperfield Architetcts

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico