Architettura e restauro, Opus 5: la riconversione dell’antico Convento dei Penitenti a Louviers

Architettura contemporanea e restauro si incontrano nel progetto dello studio francese Opus 5 per la riconversione dell’antico Convento dei Penitenti a Louviers, un esempio piuttosto raro di “chiostro sull’acqua”, un edificio stratificato, composto da vari corpi di fabbrica che corrispondono ai diversi ampliamenti succedutisi nel corso della storia.

 

Il convento fu costruito tra il 1646 e il 1659 ad opera dei Frati del Terzo Ordine di San Francesco su un lembo di terra attraversata da un braccio del fiume Eure. In origine era composto da una chiesa, due ali conventuali a sud e a est e un chiostro, al cui centro scorre un braccio del fiume Epervier, da cui il nome di “chiostro sull’acqua”.
Nel 1789 il convento fu venduto allo Stato e gli edifici conventuali vennero trasformati in prigione e tribunale con conseguenti modifiche all’impianto architettonico: l’ala sud venne ampliata e nel 1827 venne demolita la chiesa con la costruzione di un nuovo corpo di fabbrica. Il carcere venne chiuso nel 1934 e l’edificio venne riutilizzato come scuola di musica a partire dal 1990.

 

Nonostante le trasformazioni e le demolizioni avvenute nel corso degli anni, il vecchio convento ha sempre mantenuto una forte presenza all’interno del paesaggio urbano di Louviers, divenendo una componente essenziale dell’identità della città, una sorta di quadro impressionista reale che l’opera di restauro di Opus 5 ha cercato di valorizzare appieno.
Il programma funzionale richiedeva la costruzione di una nuova scuola di musica che fosse moderna, funzionale, capace di generare un’attrattiva forte e divenire simbolo emblematico della politica culturale della città, valorizzando al tempo stesso un inestimabile patrimonio archeologico.

 

Il progetto ha comportato un consistente ampliamento del fabbricato storico e ha posto il problema di come gestire la prevalenza volumetrica del nuovo sull’esistente; il risultato è stato un progetto estremamente compatto in cui sebbene nuove parti dominino vecchi elementi, l’edificio storico sembra prevalere.
Elemento fondamentale dell’ampliamento è la nuova sala concerti, un grande volume che sostituisce l’ala sud mancante e si specchia direttamente nell’acqua. Il prospetto è costituito da una semplice facciata vetrata formata da listelli cromati, un piano etereo che riflette l’ambiente circostante e si perde nel cielo.
La parete vetrata è stata paragonata dai progettisti a “una finestra, un sipario alzato sulla vita della scuola, una superficie liscia e tranquilla in cui il riflesso dell’acqua e i materiali dell’architettura possono specchiarsi e mescolarsi”.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Scuola di Musica
Ex Convento dei Penitenti a Louviers


Luogo
Louviers, Francia


Committente
Municipalità di Louviers


Progettisti
OPUS 5
Bruno Decaris Agnès Pontremoli


Data di realizzazione
2012


Per ulteriori informazioni
www.opus5.fr


Nell’immagine di apertura, vista del chiostro sull’acqua. Foto © Luc Boegly

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico