Architettura e recupero, una pelle arabeggiante

Architettura e recupero del patrimonio edilizio esistente, un concetto ormai imprescindibile per il futuro delle nostre città. Su questo binomio si basa il progetto di ricerca Arabesque dello studio italiano qbe3 atelier, un esercizio architettonico che ha come oggetto uno dei pochi vecchi edifici rimasti in Corso Nizza a Cuneo.

 

La proposta trasforma l’edificio esistente demolendone in parte il piano terra per ricavare un porticato, richiamando in tale maniera un elemento architettonico che ricorre in altri fabbricati della città, e ampliando verticalmente il volume con l’aggiunta di un corpo “leggero” ma facilmente leggibile.

 

La facciata della sopraelevazione si distingue per il linguaggio architettonico volutamente in contrasto, una pelle “arabeggiante” che fa dell’acciaio Cor-Ten il proprio manifesto e racchiude interamente il nuovo volume.
Una scelta forte che non rifiuta la storia ma attraverso il contrasto cerca di darle valore.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Arabesque


Luogo
Cuneo


Progettisti
atelier qbe3


Data
progetto 2013


Per ulteriori informazioni
www.qbe3.com


Nell’immagine di apertura, rendering del nuovo volume integrato all’edifico esistente. © qbe3 atelier

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico