Architettura e pedagogia: nuovo Nido a Guastalla, Mario Cucinella Architects

Il nuovo Nido d’Infanzia del Comune di Guastalla a Reggio Emilia porta la firma dello studio Mario Cucinella Architects (MCA), primo classificato al concorso bandito nel 2014 per sostituire due nidi comunali dell’infanzia danneggiati dal terremoto del maggio 2012.

 

La struttura ospita fino a 120 bambini tra 0 e 3 anni ed è stata realizzata con materiali naturali o riciclati a basso impatto ambientale tra i quali i setti portanti in legno frutto della collaborazione con Rubner Holzbau SpA. L’elevata coibentazione, la distribuzione ottimale di superfici trasparenti, il ricorso a sistemi all’avanguardia per il recupero dell’acqua piovana e l’inserimento in copertura di un impianto fotovoltaico, consentiranno di ridurre al minimo il ricorso a impianti meccanici per soddisfare i fabbisogni energetici dell’edificio.

 

Il progetto è pensato per stimolare l’interazione del bambino con lo spazio circostante secondo una visione “pedagogica” in cui nulla è lasciato al caso, dalla distribuzione delle aree didattiche alla scelta dei materiali da costruzione, fino all’integrazione tra ambiente interno ed esterno.

 

La qualità dello spazio di un servizio per l’infanzia è un aspetto centrale del rapporto educativo con i bambini. Il messaggio che il bambino riceve dall’ambiente fisico influenza i suoi comportamenti sociali e cognitivi. I bambini hanno con lo spazio un legame affettivo ed emotivo molto più intenso rispetto agli adulti, possiedono forti sensibilità e competenze percettive perché vivono lo spazio con tutto il corpo e gli attribuiscono un senso attraverso gli odori, i suoni, gli stimoli visivi.

 

In questa logica il progetto cerca di integrarsi sia visivamente che architettonicamente con il contesto, traendo ispirazione da alcuni elementi presenti sul lotto quali i numerosi alberi ad alto e medio fusto che hanno suggerito l’idea di un edificio che dialogasse con il suo contorno attraverso elementi verticali in legno. L’edificio riprende quindi il motivo dei filari degli alberi e dei tracciati dei campi coltivati, conferendo all’insieme leggerezza e scardinando la tipica immagine della scuola come volume compatto e monolitico.

 

Il ritmo regolare della struttura esterna dell’edificio si dissolve negli ambienti interni in cui lo spazio diventa sinuoso, rimandando in maniera evocativa ad un grembo o ad una tana sicura. Ogni aula è ha diretto contatto con il giardino, mantenendo sempre una relazione con ciò che accade fuori, dal clima e dalle caratteristiche delle stagioni, alle luci delle diverse ore della giornata, ai suoni e ai rumori.
Un progetto in cui dialogano discipline diverse quali l’architettura, la pedagogia, la psicologia e l’antropologia che definiscono la qualità degli spazi che tengono conto di molteplici aspetti collegati alla crescita del bambino.

 

a cura di Simona Ferrioli

 

SCHEDA PROGETTO

 

Nido d’Infanzia del Comune di Guastalla

 

Luogo
Guastalla, Reggio Emilia

 

Committente
Comune di Guastalla

 

Progettisti
Mario Cucinella Architects

 

Consulenti
Progetto strutture: Geoequipe Studio Tecnico Associato
Strutture in legno: Rubner Holzbau SpA
Impianti: Area Engineering srl

 

Progetto
2014-2015

 

Per ulteriori informazioni
www.mcarchitects.it

 

Nell’immagine di apertura, il nuovo Nido e il giardino circostante. © MCA

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico