Architettura e paesaggio, l’Arvo Pärt Centre di OFIS Arhitekti

La proposta dello studio OFIS Arhitekti ha ricevuto una menzione speciale al concorso per la progettazione di un nuovo centro culturale in Estonia, l’Arvo Pärt Center. La menzione speciale è stata assegnata dalla giuria per la sua originalità e per la sua audacia.
Obiettivo del concorso internazionale in due fasi, organizzato da SA Arvo Pärdi Keskus (Arvo Pärt Centre) e dalla Union of Estonian Architects, era quello di definire il miglior progetto architettonico per la realizzazione di un edificio dedicato ad Arvo Pärt, compositore estone di musica contemporanea, a Laulasmaa, fuori Tallinn.

 

Il progetto Meie Aed (il nostro giardino) combina diverse forme e archetipi: l’albero di pino, la casa sugli alberi, la casa tradizionale estone, il nido, un osservatorio e un ponte sospeso. Il centro culturale comprende una moltitudine di funzioni, tra cui uno spazio per concerti, archivi, uno spazio creativo e una cappella ed è concepito per dialogare e fondersi con i boschi dell’ambiente naturale in cui è immerso.
Privo di un orientamento prefissato, l’edificio è strutturato come un albero, con i volumi che aggettano verso l’esterno da un “tronco” centrale. Gli spazi sono stratificati verticalmente, e funzionano in modo molto simile alle classiche case sugli alberi. I volume più alto offre una vista del mare, mentre terrazze e balconi a sbalzo dai volumi centrali incorniciano viste panoramiche del paesaggio.

 

L’edificio, ispirato alle tradizionali case in legno estoni, ha tetti spioventi e texture in doghe in legno verticali; i volumi impilati creano la forma di un nido organizzato attorno a un grande spazio interno. Lo spazio centrale dei livelli superiori crea una torre panoramica e un osservatorio.
Dal punto di vista funzionale, l’edificio è suddiviso in uno spazio concerti “paesaggistico” al livello inferiore, uffici e archivio al primo livello e lo spazio creativo all’interno della torre.

 

Lo spazio concerti si compone di due basamenti in cemento, con un’aula e un auditorium sul lato ovest e servizi nel lato orientale. Incorporati nel paesaggio, i basamenti incorniciano una lobby con scala centrale e un atrio che conduce i visitatori dallo spazio esterno allo spazio interno, e funziona come regolatore termico dell’edificio. L’ingresso principale, la galleria centrale, la reception e gli spazi pubblici si fondono con il paesaggio grazie a superfici trasparenti e semitrasparenti.

 

Al primo livello, gli uffici e l’archivio sono circondati da un’estesa terrazza che offre viste panoramiche, favorisce l’ingresso della luce naturale e funziona come buffer ambientale. Sopra, la torre è suddivisa in diverse funzioni. Il livello inferiore è costituito da due stanze per attività “creative”, ciascuna con una terrazza privata, situate sopra gli archivi. Il livello superiore ospita gli spazi di lavoro di Arvo Pärt e di sua moglie e la cappella.

 

Progettato per ottenere il massimo comfort col minore impatto, il progetto presenta diverse strategie per il risparmio energetico. L’intero edificio è costituito da un unico volume per ridurre il perimetro e quindi il trasferimento di calore, mentre lo spazio centrale e i volumi del primo livello presentano una doppia pelle. Vetrate triple isolano gli spazi interni mentre i sistemi di ombreggiatura riducono l’eccessivo aumento di calore. La ventilazione è data dall’effetto camino e dall’energia solare durante i freddi inverni estoni; un muro d’acqua interno raffredda le superfici in estate e permette di umidificare gli ambienti in inverno.

 

a cura di Federica Maietti

 

SCHEDA PROGETTO

 

Meie Aed (Our Garden)

 

Concorso: The Arvo Pärt Center Competition
Menzione speciale

 

Progettisti
OFIS Arhitekti

 

Team di progetto
Rok Oman, Spela Videcnik, Janez Martincic, Andrej Gregoric, Beatriz Rodriguez Sanchez, Paloma Rubio Rodriguez, Antonio Rodriguez Rueda, Darko Ivanovski, Michele Albonetti, Tomaž Cirkvenèiè, Vanessa Abram, Eva Toom, Diego Umari, Lorenzo Conti

 

Technical Team
Transsolar, Inforce Project, Milko Lazar (pianist)

 

Superficie
1976.9 mq

 

Anno
2014

 

Per ulteriori informazioni
www.ofis-a.si

 

Nell’immagine di apertura, vista esterna del progetto Meie Aed. © OFIS Arhitekti

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico