Architettura e paesaggio: il recupero di una cava a Favignana

Il paesaggio dell’isola di Favignana è caratterizzato da una moltitudine di spazi ipogei, vecchie cave a fossa utilizzate un tempo per l’escavazione della calcarenite. L’escavazione del tufo era infatti una fra le più importanti attività dell’isola. Il progetto dello studio siciliano Cusenza-Salvo trasforma una grande cava di calcarenite dismessa negli anni Ottanta in una nuova struttura alberghiera confrontandosi con problematiche di tipo ambientale e altre di carattere tecnico ed architettonico.

 

Il progetto per un albergo ipogeo cerca di non modificare gli spazi escavati di fondo cava e i grandi muri di calcarenite (veri e propri monoliti alti anche dodici metri e spessi fino a cinque metri) residuati dell’attività estrattiva che ha avuto inizio nei primi anni del Novecento.

 

Gli spazi di fondo cava delimitati da questi spessi muri hanno stabilito il dimensionamento e lo sviluppo planimetrico e altimetrico dell’intero complesso, che si configura secondo una sequenza di volumi separati l’uno dall’altro mediante tagli verticali attraverso cui filtra la luce.

 

Una sorta di cretto, una configurazione geometrica incisa nel suolo con leggerezza.

 

L’edificio, come un fossile, riproduce il negativo di una realtà passata, ricostruita attraverso la sua assenza e si ritaglia in forma omotetica sui volumi mancanti riproducendoli nel proprio corpo come archetipi vuoti.


Rosario Cusenza si laurea a Firenze con G.K. Koenig. Nello stesso anno collabora al corso di urbanistica di Leonardo Ricci. La lunga frequentazione di questi due importanti architetti risulterà determinante per la sua formazione professionale ed intellettuale. Subito dopo la laurea intraprende un lungo sodalizio professionale con Cristiano Toraldo di Francia fondatore del Superstudio insieme ad Adolfo Natalini, con il quale progetta e realizza un teatro all’aperto ed una banca.
Maria Salvo
si laurea a Firenze nel 1980 e nello stesso anno intraprende l’attività professionale con Rosario Cusenza fondando insieme l’omonimo studio.


Lo studio fondato negli anni 80 a Valderice (Trapani) si interessa prevalentemente di architettura pubblica e privata. La ricerca progettuale dello studio si colloca all’interno dell’esigenza di riformulare ed a volte opporsi al concetto di ” appartenenza” ad un contesto territoriale ben definito, attraverso l’incessante e faticoso lavoro di riscrittura architettonica necessaria a realizzare una “modernità” non convenzionale nelle opere progettate, che collocano lo studio Cusenza-Salvo all’interno delle molteplici identità e tensioni che hanno caratterizzato e caratterizzano il dibattito internazionale sull’architettura contemporanea.


a cura Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Hotel delle Cave


Luogo
Favignana, Trapani


Committente
Egadi Factory


Progettista
Studio Cusenza-Salvo


Cronologia
progetto: 2001-2003
realizzazione: 2009


Per ulteriori informazioni
www.studiocusenzasalvo.it

 

Nell’immagine di apertura, vista del complesso alberghiero all’interno della cava. © Studio Cusenza-Salvo

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico