Architettura e paesaggio, il centro socioculturale di Agron, Spagna

Il progetto del Centro socioculturale ad Agron, La Coruna, Spagna, dell’architetto Diego Garcia Muñoz Vaquero, Pirieto, con Vaquero Arquitectos y MCCL Arquitectos, è il vincitore del Premio Speciale Internet della quinta edizione del concorso Trophée Archizinc, la cui cerimonia di premiazione si è tenuta lo scorso 18 giugno a Parigi. Il concorso è dedicato alle applicazioni architettoniche dello zinco, e quest’anno ha attribuito riconoscimenti a dieci realizzazioni nelle categorie “Abitazioni unifamiliari”, “Edifici commerciali” ed “Edifici pubblici”, oltre a quattro Premi Speciali: Premio per l’Audacia progettuale, Premio Speciale della Giuria, e Premio Edilizia Sostenibile.

 

Il centro sociale di Agron si trova in un villaggio vicino a San Giacomo di Compostela, in Galizia, regione bagnata dalle piogge atlantiche, dove il verde impera sulle colline.
Per la costruzione di questa struttura è stato scelto un appezzamento di terreno triangolare, densamente ricoperto di querce. Gli architetti hanno scelto di proposito di inserire l’edificio al centro del terreno piuttosto che ai bordi, rendendolo così invisibile dalla strada. Si tratta di uno spazio polivalente, che funziona da aula conferenze, centro yoga, sala riunioni, tutto inserito in un volume in zinco. La verticalità dei giunti introduce un sottile contrappunto ai tronchi degli alberi. Il colore grigio dello zinco naturale si inserisce perfettamente nel contesto naturale, pur mantenendo chiaramente la sua differenza.
Le dimensioni del centro non superano quella di una casa unifamiliare. La sua collocazione è stata studiata nel rispetto del luogo d’origine: sono stati abbattuti solo tre alberi per lasciare spazio all’edificio. Gli architetti hanno ristudiato la topografia per creare due accessi separati: dal primo si accede al piano basso destinato agli uffici, dal secondo al piano alto per le sale comuni, all’interno di un vero e proprio carapace di zinco posato su travi in legno.
Il concetto di pelle metallica si adatta perfettamente a questo prisma scultoreo senza gronde né converse, per evitare che le foglie in autunno possano otturarle. Il tetto a pendenza lieve scende in facciata e sul controsoffitto con parti a sbalzo del primo piano, simulando un nastro. Sia da un punto di vista tecnico sia estetico, i giunti dovevano continuare sulle pareti orizzontali e verticali, ma la geometria dell’edificio, con alcune parti oblique, implicava a priori l’uso di bande di zinco di larghezze diverse tra facciata e copertura.
Per limitare i costi di costruzione, gli architetti hanno deciso di scegliere prodotti di larghezze standard. Sebbene le dimensioni del materiale abbiano vincolato quelle dell’edificio, il risultato architettonico non è stato compromesso.

 

SCHEDA PROGETTO

 

Centro socioculturale

 

Localizzazione
Agron, La Coruna, Spagna

 

Progettisti
Diego Garcia Muñoz Vaquero, Pirieto
Vaquero Arquitectos y MCCL Arquitectos

 

Dati tecnici
VMZ Doppia aggraffatura
Aspetto superficiale: Zinco naturale
Superficie in zinco: 291 mq

 

Per ulteriori informazioni
www.trophee-archizinc.com

 

Nell’immagine di apertura, Centro socioculturale di Agron, Diego Garcia Muñoz Vaquero/Pirieto + Vaquero Arquitectos y MCCL Arquitectos; vista dell’ingresso al livello destinato agli uffici

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico