Architettura e fotografia: Milano attraverso le opere di Gabriele Basilico e Marina Ballo Charmet

Inaugurata a Milano il 10 ottobre in occasione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI (Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani), la mostra milanopiazzaduomo rende omaggio alla più importante piazza milanese attraverso gli scatti di Gabriele Basilico e Marina Ballo Charmet.

Due autori con linguaggi differenti raccontano uno dei luoghi che più appartiene all’immaginario collettivo milanese, attraverso scatti dall’alto per il maestro Basilico, oppure mediante riprese dal basso, ricche di dettagli periferici ed inediti, per Marina Ballo Charmet.

La mostra, che propone un nucleo di immagini di Basilico e due video accompagnati da una serie di sequenze fotografiche di Marina Ballo Charmet, è la realizzazione di un sogno nato nel 2010 durante i colloqui tra i due protagonisti e Marco Belpoliti (curatore del mostra), uniti nell’intento di mettere in relazione le loro diverse visioni sulla fotografia fino a farle divenire complementari.

Piazza Duomo è intimamente legata al Museo del Novecento, non solo per la posizione della sua sede, il Palazzo dell’Arengario, ma perché è parte integrante del percorso espositivo progettato dall’architetto Italo Rota che comprende anche due opere ambientali del maestro Lucio Fontana.

L’esposizione resterà aperta fino al 26 febbraio 2016.

SCHEDA EVENTO
milanopiazzaduomo

a cura di Marco Belpoliti, Danka Giacon

Luogo
Museo del Novecento
Palazzo dell’Arengario
Via Marconi, 1
Milano

Periodo mostra
10 ottobre 2015 – 26 febbraio 2016

Orari
lun |  14.30-19.30
mar-mer-ven-dom | 9.30-19.30
gio-sab | 9.30-22.30

Per ulteriori informazioni
www.museodelnovecento.org

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico