Architettura e design, lo studio Alvisi Kirimoto and Partners si gioca il match finale di Con.Fine Design

Lo studio romano di architettura Alvisi Kirimoto + Partners è stato selezionato, con altri otto partecipanti, per giocarsi il match finale del concorso Con.Fine Design. La disputa ad esclusione diretta, dove il pubblico e la giuria sceglieranno il proprio vincitore, si terrà domenica 17 aprile alle 15.00 presso il Maneggio Reale della Cavallerizza di Torino.

 

Il Con.Fine Design, che indaga il tema del design eco-democratico, si inserisce nella Biennale Democrazia di Torino: un laboratorio pubblico permanente aperto al dialogo e destinato a tutti i cittadini, chiamati a riflettere sui significati e suoi valori della democrazia. In una società matura e democratica, il cittadino e la collettività sono soggetti propositori e gli stessi destinatari delle scelte e dei progetti; in questo clima il design può contribuire a diffondere stili di vita sostenibili che minimizzano l’impatto sull’ambiente attraverso la creatività e l’innovazione tecnologica.

 

Il progetto
Sketching Hanoi è un progetto di social urban design ideato da Alvisi Kirimoto + Partners per la popolazione della capitale vietnamita di Hanoi, già sede di diversi
progetti che vedono coinvolto lo studio romano. La città è in rapido sviluppo, ma resta molto legata alle sue tradizioni e alla vita che trascorre sui suoi affascinanti marciapiedi, considerati una prosecuzione della casa e il luogo di maggior interrelazione sociale. Proprio il marciapiede, su cui ci si riposa, si beve con gli amici, si cucina, si va dal barbiere, si compra e si vende il cibo ai passanti, è stata la fonte d’ispirazione del progetto Sketching Hanoi in lizza per il primo premio del concorso Con.Fine Design.
Lo studio AK+P ha progettato dei kit modulari a forma cilindrica, realizzati in latta, un materiale facilmente reperibile in loco che si presta a veloci riparazioni, modifiche
ed è riciclabile. Ogni kit – ristorante, barbiere, bancarella, sartoria, presenta una grafica ispirata a quella tradizionale locale, dove i numeri di telefono colorati collegati
al servizio offerto sono stampati direttamente sul muro. Il progetto vuole aiutare a ri-organizzare i marciapiedi cittadini rendendoli più igienici, confortevoli e meno caotici, senza però stravolgere le abitudini e i ritmi locali. Gli elementi seriali sono pensati per rimanere, all’esigenza, fissi sul marciapiede per evitare il trasporto quotidiano degli strumenti necessari per svolgere la propria attività; altri sono trainabili dalle biciclette e si trasformano in espositori ordinati
quando il commerciante si ferma per vendere la sua merce. Durante il giorno un piccolo pannello fotovoltaico, inserito nel kit, accumula energia solare che durante le poche ore di chiusura notturna, dota gli elementi fissi di un’insegna luminose a led che, in base al colore, indica il tipo di attività che si svolgerà alla riapertura.

Sketching Hanoi fa parte di un progetto più vasto che Alvisi Kirimoti + Partners esporrà a giugno 2011 all’interno della Mostra sull’Architettura Italiana in Vietnam.

 

Alvisi Kirimoto + Partners
Lo studio di architettura Alvisi Kirimoto + Partners è fondato nel 2002 da Massimo Alvisi, e Junko Kirimoto dopo importanti esperienze di collaborazione con studi internazionali come quelli di Renzo Piano, Massimiliano Fuksas e Oscar Niemeyer.
Nel 2008 lo studio diventa una società di ingegneria a cui si associano Alessandra Spiezia e Arabella Rocca.
Con un organico di dodici professionisti, Alvisi Kirimoto + Partners si occupa di progettazione e ingegnerizzazione architettonica, di studi di fattibilità e project management per lavori propri e di rinomati architetti come Rem Koolhaas e Renzo Piano. Numerosi gli interventi di Alvisi Kirimoto + Partners nell’ambito della progettazione o nella riqualificazione di auditorium, teatri, complessi industriali e centri ufficio a cui si aggiungono importanti progetti di shop e restaurant design, architetture e interni residenziali, allestimenti espositivi e museali.

Informazioni
www.confinedesign.it
biennaledemocrazia.it

 

Nell’immagine di apertura il concept dell’installazione dei pannelli solari

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico