Architettura dinamica e sostenibile, MOE headquarter di schmidt hammer lassen architects

Ha inaugurato lo scorso 27 settembre a Buddinge, vicino a Copenaghen, l’edificio per uffici del gruppo MOE progettato dallo studio schmidt hammer lassen architects: 7500 metri quadri organizzati come una grande scala a chiocciola. Il risultato è un ambiente dinamico che crea sinergia e incoraggia il movimento.
Questo edificio scultoreo collega il centro di Buddinge nell’intersezione infrastrutturale tra la stazione, la Buddingevej e la futura linea della metropolitana leggera. L’area è inclusa nella strategia di densificazione urbana attuata dalla municipalità di Gladsaxe.

 

La posizione nel centro di Buddinge era l’ideale per la collocazione dell’headquarter e gli architetti hanno lavorato a stretto contatto con MOE durante le fasi di progettazione.

 

Per MOE era importante che l’edificio fosse coerente con il brand aziendale. Già a partire dai primo schizzi di progetto, forme dinamiche e sinergie spaziali sono state individuate come parole chiave. Da lì, è nata l’idea di una lunga scala a chiocciola che percorresse tutti i livelli, così è l’edificio in sé a incoraggiare il movimento” spiega Kristian Lars Ahlmark, partner dello studio schmidt hammer lassen architects.

 

Anziché progettare un classico edificio ad atrio, gli architetti hanno proposto una forma a “Yin Yang”: due volumi sono sfalsati e allo stesso tempo “incastrati” tra loro. L’idea del grande atrio con scala di collegamento è stata portata all’estremo. L’edificio stesso è una lunga scala e le aree di lavoro sono collocate su quelli che sembrano pianerottoli di grandi dimensioni.

 

Il risultato è un edificio i cui livelli sono collegati da due scale: una scala senza ‘sbarchi’ è utilizzata per spostarsi da un piano all’altro. Invece di quattro o cinque, i livelli in questo modo diventano nove, ma con un salto di mezzo piano alla volta” spiega Kristian Ahlmark.

 

L’edificio è certificato DGNB silver e soddisfa i requisiti energetici stabiliti dalla Danish 2015 energy classification. Le strategie di ottimizzazione energetica includono l’elevato isolamento delle finestre, recupero di calore e 300 metri quadri di pannelli solari collocati in copertura. La certificazione DGNB include anche misure riguardanti l’accessibilità e i parcheggi per le biciclette.

 

Oltre ad ospitare uffici, il complesso comprende uno spazio commerciale di 4000 metri quadri al piano terra e il collegamento ai due livelli di parcheggi sotterranei e in copertura. L’edificio per uffici suddiviso in due blocchi e rivestito in piastrelle di ceramica nera è collocato sulla parte superiore di questo basamento con cinque livelli esposti a est e quattro esposti ad ovest.

 

La linea dinamica dell’edificio prosegue nel design di interni, anch’esso progettato da schmidt hammer lassen architects.


Lo studio schmidt hammer lassen architects ha una vasta esperienza nella progettazione di edifici sostenibili. Il primo edificio a energia zero della Danimarca, inaugurato nel giugno del 2013, è stato progettato dallo studio, che in settembre, come parte di un team multidisciplinare, ha vinto il   Nordic Built Challenge in Norvegia, con la proposta di riqualificazione e ampliamento di un edificio per uffici di 79.000 metri quadri a Oslo. Lo studio attualmente sta lavorando a diversi progetti di architettura sostenibile, sia in Danimarca che a livello internazionale.


a cura di Federica Maietti


SCHEDA PROGETTO
MOE Headquarters


Localizzazione
Buddinge, Danimarca


Committente
Sophienberg Real Estate Development A/S


Progettisti
schmidt hammer lassen architects


Contractor
Myhlenberg – Søren Vangsted Vest A/S


Engineer
MOE A/S


Superficie
11,500 mq


Cronologia
Realizzazione: 2012-2013


Fotografie
Adam Mørk


Per ulteriori informazioni
www.shl.dk

 

Nell’immagine di apertura, schmidt hammer lassen architects, vista notturna del MOE Headquarters a Buddinge, Danimarca. Foto © Adam Mørk

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico