Architettura di pietra, la città sonora di Pinuccio Sciola

Anche le città credono d’essere opera della mente o del caso, ma né l’una né l’altro bastano a tener su le loro mura. D’una città non godi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda.

(Marco Polo)

 

Accarezzando gli edifici di calcare bianco scolpiti da Pinuccio Sciola, la città sonora renderà vane tutte le domande, sussurrando la storia dell’universo che è racchiusa tra le sue architetture di pietra.

 

Si terrà mercoledì 13 aprile a San Sperate, Cagliari, l’anteprima dell’installazione “La città sonora” dello scultore Pinuccio Sciola, che dal 5 maggio prossimo sarà oggetto di un’esposizione temporanea a Madrid.
La presentazione e l’anteprima dell’esposizione sono curate dall’Associazione Noarte Paese Museo e l’installazione avverrà nella cornice del Museo della Terra Cruda di San Sperate alla presenza dello scultore Pinuccio Sciola e del musicologo Roberto Favaro, autore del libro “Spazio sonoro. Musica e architettura tra analogie, riflessi, complicità” (prefazione di Mario Botta, edito da Marsilio).
L’installazione sarà visitabile per soli due giorni prima di essere esposta a Madrid, dal 5 al 30 maggio 2011, presso l’Istituto Italiano di Cultura.

 

L’evento-anteprima di mercoledì 13 aprile prevede una serata con letture poetiche, performance musicali, proiezioni di foto tratte dal libro “sciola@stone. Sculture di Pinuccio Sciola – Fotografie di Attila Kleb”, curato da Paolo Lusci per i tipi della casa editrice Cuec. Il libro, presentato in anteprima assoluta in contemporanea San Sperate/Londra in occasione della partecipazione alla London Book Fair 2011 dall’11 al 13 aprile, documenta una ricognizione inedita del legame tra l’uomo e la sua creatività. L’assenza di qualsiasi testo critico di commento privilegia il racconto costruito con le sole immagini del fotografo ungherese Attila Kleb.

 

La serata si svolgerà, a partire dalle ore 19.00, con:
– Proiezioni di foto di Attila Kleb tratta dal libro sciola@stone;
– letture poetiche di Nino Landis: “La poesia di Garcia Lorca”;
– i chitarristi Siro Pillosu e Alexander Hopkins eseguiranno brani barocchi di autori catalani e maiorchini.
Con la partecipazione di Pinuccio Sciola, Attila Kleb, Paolo Lusci, Giuseppe Marci, Mario Argiolas e la regia di Giacomo Mameli.

 

Pinuccio Sciola nasce a San Sperate, Cagliari, nel 1942. Compie studi artistici a Cagliari, Firenze e all’Accademia Nazionale di Salisburgo. Conosce Kokoscka, Minguzzi, Manzù, Kirchner, Vedova, Moore e visita le più importanti città d’Europa.
Dal 1967 al ’68 frequenta in Spagna l’Università della Moncloa: visita tutti i centri di arte romanica e studia le opere della grotta rupestre di Altamira. Nel maggio 1968 è a Parigi. Nello stesso anno, a San Sperate, innesca il fenomeno del muralismo.
Nel 1973 lavora con Siqueiros a Città del Messico. Dal 1968 al 1986 insegna modellato al Liceo Artistico di Cagliari. Lavora a pietre di grandi dimensioni e partecipa a una mostra itinerante in sette città tedesche.
Dal 1990 al ’96 insegna scultura all’Accademia delle Belle Arti di Sassari; contemporaneamente viaggia in Africa, Perù, Cile, fino all’Isola di Pasqua. Fa parte dell’Associazione Arte e Natura e partecipa a numerose attività internazionali. È promotore della Scuola internazionale di Scultura a San Sperate.

 

SCHEDA EVENTO

 

La città sonora
sculture di Pinuccio Sciola

 

Presentazione e anteprima a cura dell’associazione Noarte Paese Museo

Data anteprima
mercoledì 13 aprile 2011
Con lo scultore Pinuccio Sciola e il musicologo Roberto Favaro

Luogo
Museo della Terra Cruda
via Roma 15, San Sperate

 

Esposizione temporanea
La città sonora

Periodo
5 – 30 maggio 2011

Luogo
Istituto Italiano di Cultura di Madrid
Calle Mayor 86, Madrid

 

Per ulteriori informazioni
E-mail: mail@paesemuseo.com
www.paesemuseo.com 
www.pinucciosciola.it

 

Nell’immagine di apertura, una delle sculture di Pinuccio Sciola per l’esposizione “La città sonora”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here