Architettura cosciente, architettura appropriata. A Perugia il quarto convegno

Si terrà il prossimo venerdì 16 marzo 2012 nel prestigioso contesto del Teatro del Pavone a Perugia la quarta edizione del Convegno SanMarco: “Architettura cosciente, Architettura appropriata”. La platea e gli ordini di gallerie del teatro settecentesco ospiteranno i convenuti, mentre il palcoscenico farà da sfondo alla “rappresentazione” del dibattito architettonico, che anche per questa occasione si prevede di altissimo livello.

 

Come vocaboli di un dizionario di architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni proseguono in questo quarto appuntamento, che avrà come prestigiosa location la città di Perugia, in uno dei suoi monumenti più insigni e rappresentativi.
Le precedenti edizioni, che si sono svolte con grandissimo successo di pubblico a Milano (Terrazza Martini, 26 settembre 2009), a Venezia (Scuola Grande San Giovanni Evangelista, 10 giugno 2010) e a Firenze (Istituto degli Innocenti, 16 marzo 2011) hanno visto tra i relatori, architetti del panorama nazionale e internazionale come Boris Podrecca, Isolarchitetti, Giancarlo De Carlo Associati, Molteni e Liverani, Citterio e Viel Associati, Danilo Guerri, Angelo Torricelli, Mauro Galantino, C+S Cappai Segantini, Benedetta Tagliabue, Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar.

 

Saranno cinque i filoni tematici del convegno perugino: “La materia del Paesaggio”, “Moderno e Antico”, “Natura e Paesaggio”, “Abitare i luoghi”, “Linguaggi della Contemporaneità”. Temi sui quali dibatteranno: Paolo Luccioni, Andrea Bruno, Enrico Molteni, Andrea Liverani, Laura Zampieri, 5+1AA. Sarà Marcello Balzani, direttore di Paesaggio Urbano, a moderare i lavori.

 

Scarica il programma del convegno

 

Anche in questa edizione del Convegno le istituzioni e le realtà culturali locali e regionali hanno riconosciuto l’importanza di un evento di alto livello come momento di incontro e riflessione sui temi dell’architettura contemporanea. Per questi motivi si sono aggregati i patrocini del Comune di Perugia, della Fondazione Umbra per l’Architettura, dell’IN/ARCH – Istituto nazionale di Architettura, dell’ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, e del FAI – Fondo Ambiente Italiano, oltre a quelli dell’Ordine degli Architetti, P.P. e C. della provincia di Perugia, dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Perugia, del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Perugia e dell’ANTEL – Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali. Segno, tutto questo, di un’attenzione delle istituzioni del territorio verso le attività culturali e di comunicazione di un’azienda, come SanMarco, che da anni investe nel sostegno alla cultura e al dibattito architettonico contemporaneo e che si interroga sulle ragioni di continuità di un linguaggio, quello del laterizio, che è esperienza, tradizione e in qualche modo anche parte di un’evoluzione tecnologica e compositiva.
Attraverso il dibattito con protagonisti del progetto architettonico contemporaneo sarà possibile, anche dal punto di vista selettivo ma strategico delle performance del laterizio, capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un’architettura cosciente e quindi appropriata.

 

Inoltre, durante l’incontro, mettendo a confronto alcuni importanti studi di progettazione dell’architettura contemporanea, sarà possibile rendersi conto come risultino progressivamente presenti alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l’ossatura di una coscienza sostenibile che, per consolidarsi, richiede una qualità e una sperimentalità applicativa.

 

Afferma Davide Desiderio, communication manager SanMarco: “Giunge ora alla sua quarta edizione il convegno firmato SanMarco, a buon diritto riconosciuto come un importante momento di riflessione nel panorama culturale italiano, un convegno che ha il merito di far comprendere come oggi sia più che mai importante porre l’esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio sia in rapporto alle materie del costruire”.

 

Un interessante contributo dell’architetto Davide Desiderio sul valore culturale del ciclo di convegni “Architettura cosciente, architettura appropriata” è pubblicato nella E-Zine n. 43 dal titolo “Cosciente/appropriato”.

 

Per ulteriori informazioni
www.sanmarco.it

 

Nell’immagine, studio liverani/molteni architetti, Andrea Liverani ed Enrico Molteni. Casa a Barlassina, Milano, vista di una delle due corti interne

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico