Architettura contemporanea italiana, Architecture Talks al MAXXI

Si terrà mercoledì 7 settembre il prossimo appuntamento con Architecture Talks – Roma, la rassegna presentata da MAXXI Architettura dedicata all’architettura italiana più attuale. Ventiquattro sono gli studi romani invitati, nei diversi appuntamenti, a raccontare la propria ricerca e attività. Il programma sarà l’occasione per scoprire, attraverso brevi conferenze accompagnate da video e immagini, il lavoro di gruppi di recente formazione a diretto confronto con studi già affermati a livello internazionale.

 

Gli incontri sono ospitati negli spazi esterni del museo trasformato in un giardino di isole verdi grazie al progetto Whatami, ideato dallo studio stARTT, vincitore del programma YAP MAXXI.

 

Mercoledì 7 settembre | ore 20.30
BiCuadro Architetti è uno studio associato di Architettura emergente e riconosciuto a livello internazionale, con sede operativa in Roma. Dopo aver vinto nel 2007 il terzo premio al Concorso Internazionale per il Padiglione italiano all’Expo di Shaghai 2010, gli architetti dello studio BiCuadro hanno ottenuto pubblicazioni su importanti riviste internazionali  di Design e Architettura, riconfermando le loro capacità con altri importanti piazzamenti in concorsi internazionali, tra cui il primo premio al concorso per la Nuova Accademia di Scienze della Malesia e il primo premio per la Facoltà di Economia dell’Università di Kuala Lumpur, attualmente in costruzione. BiCuadro nel 2010 è stato riconosciuto come Miglior Studio di Architettura Italiano under 40 vincendo a Venezia “Young Italian Architects 2010”, premio di architettura assegnato dalla critica; nello stesso anno viene inoltre selezionato più volte tra le eccellenze che devono rappresentare l’Italia su palcoscenici nazionali e internazionali. Oggi lo studio è attivo oltre che in Italia anche all’estero con sedi in Ghana, Malesia e Mongolia.
www.bicuadro.it

 

Labics è uno studio di architettura e pianificazione urbana fondato a Roma nel 2002 da Maria Claudia Clemente e Francesco Isidori. Coniugando ricerca teorica e sperimentazione applicata il campo di interesse dello studio si estende dal singolo edificio alla progettazione di masterplan urbani, attraversando così le differenti scale e complessità del progetto. Labics ha vinto numerosi concorsi di architettura nazionali ed internazionali, tra i quali va ricordato il CDU – Complesso Didattico Universitario – in Rozzano (2003), il Complesso Polifunzionale G.D in Bologna (2006) e la “Città del Sole” in Roma (2007), entrambi questi ultimi in corso di realizzazione. Tra i vari progetti urbani sono da menzionare il Masterplan “Le Serre” in Tirana (dal 2005) e la Nuova Centralità Urbana di Torrespaccata in Roma (dal 2010). Recentemente Labics ha svolto un importante lavoro di ricerca teorica su Roma dal titolo “Borderline Metropolis” presentato all’11° Biennale di Architettura di Venezia.
www.labics.it 

 

modostudio | cibinel laurenti martocchia architetti associati, con sede a Roma, coniuga alla sperimentazione ed innovazione architettonica una elevata conoscenza tecnica e professionalità, grazie alla integrazione delle competenze dei suoi partners, acquisite dopo anni di collaborazione presso gli studi di Massimiliano Fuksas, Piero Sartogo, Erick Van Egeraat e Kas Oosterhuis in progetti di grande prestigio. Lo studio in breve tempo ha raccolto riconoscimenti in importanti concorsi nazionali ed internazionali in Spagna, Finlandia, Svizzera, Lituania ed Italia
Attualmente lo studio ha appena ultimato un complesso di uffici e centro logistico di 13.500 mq a Nola (NA) mentre sono in fase di realizzazione una fondazione di ricerca a Laives (BZ), un edificio finalizzato ad attività di ricerca tecnologica a Roma e un piano di recupero per la valorizzazione dell’area delle Ex Fonderie Riunite di Modena
.
www.modostudio.eu  

 

T SPOON (Nina Artioli, Paola Fusco, Alessandra Glorialanza, Davide Sacconi, Eliana Saracino) opera a Roma dal 2004, attraverso progetti, installazioni ed iniziative editoriali. T SPOON è l’idea di un piccolo strumento che attraversa i territori urbani indagando modi e forme dell’abitare contemporaneo. T SPOON opera all’intersezione di tre elementi: città, paesaggio e infrastruttura. La città è paesaggio, il paesaggio è infrastruttura, l’infrastruttura è città: il cerchio si chiude, l’urbanità è pronta ad un nuovo livello di sviluppo. Architecture becomes Environment. Il lavoro di T SPOON è stato premiato in diversi concorsi nazionali ed internazionali, come Greater Helsinki Vision 2050 (menzione speciale) e MenoèPiù 5 (progetto vincitore) ed è stato esposto in diverse mostre come: IV IABR-International Architecture Biennale Rotterdam 2009, Attraversamenti 09- Biennale diffusa di Architettura Contemporanea e nel Padiglione Italiano all’Expo 2010, Shanghai. Nel 2011 vince il Premio NIB Top 10 Paesaggio.
www.tspoon.org

 

Prossimi incontri
giovedì 22 settembre, ore 20.30
AVAA Andreoletti & Valentino Associati | c.a.c.p. studio // cecilia anselmi carlo prati | factory architettura | pedata ortenzi rossi architetti

 

giovedì 29 settembre, ore 20.30
daniele durante_studiobv36 | Nemesi Studio | Unpacked | stARTT
 

 

Un progetto MAXXI Architettura a cura di Emilia Giorgi, Alessio Rosati
Spazio YAP – ingresso libero

 

Nell’immagine, BiCuadro Architetti, vista frontale dell’area dedicata alle aule della nuova Facoltà di Economia a Kuala Lumpur, Malesia, in costruzione. © BiCuadro architetti

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico