Architettura contemporanea, il progetto vincitore del concorso Paris Market Lab

Sono stati annunciati lo scorso 27 febbraio 2012 i vincitori del concorso Paris Market Lab, organizzato da ArchMedium e volto alla progettazione di un edificio dedicato alla gastronomia secondo un concept innovativo: associare una scuola di cucina a un ristorante nel cuore di Parigi. La giuria, composta da Gustavo Gili (Presidente), Estaninslau Roca (urbanista), Josep Bohigas (architetto), Gontzal Bilbao (chef), Alejandro Lapunzina (architetto) ha selezionato i vincitori del primo, secondo e terzo premio e dieci menzioni d’onore tra i 428 progetti pervenuti.

 

ArchMedium ha lanciato, lo scorso settembre 2011, un concorso internazionale aperto a tutti gli studenti di architettura per il concept di un nuovo complesso chiamato Market Lab, ristorante e contemporaneamente scuola di cucina, nel cuore di Parigi, a pochi passi da Sain-Germain, invitando il nuovo progetto a integrarsi e dialogare con la storia e con il contesto urbano circostante, in un tipico edificio parigino isolato e, recentemente, parzialmente bruciato. I partecipanti avevano piena libertà nel decidere se demolire l’edificio e crearne uno nuovo oppure se mantenerlo, completamente o parzialmente, e lavorare sulla preesistenza.

 

I criteri stabiliti dalla giuria nel valutare i progetti hanno riguardato:
– la definizione a scala urbana della proposta, e integrazione de progetto con il tessuto esistente; nonché la capacità del piano terra di creare una relazione tra l’edificio e lo spazio pubblico circostante;
– la conservazione dell’edificio esistente come atteggiamento preferibile rispetto alla sua demolizione;
– la capacità di interpretare le richieste del bando e di creare una sinergia tra la scuola di cucina e il mercato di Sain-Germain;
– la capacità di sintetizzare le idee in un’unica tavola in grado di rappresentare l’intero progetto attraverso disegni e immagini capaci di restituire l’atmosfera parigina.

 

Il progetto vincitore del primo premio è Dumas, elaborato da Ganko, team di progettisti italiani composto da Guido Tesio e Nicola Munaretto del Politecnico di Milano.
La giuria ha particolarmente apprezzato la decisione proposta di utilizzare l’edificio preesistente come “contenitore” per la nuova destinazione d’uso, decisione che non ha nulla a che fare con la conservazione del patrimonio o l’impossibilità di realizzare architetture contemporanee nei centri storici, ma che tiene conto dell’utilizzo delle risorse esistenti nel processo di riqualificazione. Conservando l’edificio esistente e creando un nuovo volume che introduce variazioni contemporanee nella compagine classica dell’edificio innesca un nuovo rapporto con l’ambiente circostante e la città. Il nuovo volume collocato in sommità introduce una nuova dimensione nella città storica, riflettendo i tetti parigini. Durante il giorno questo nuovo volume scompare mimetizzandosi col cielo, mentre di notte, quando il mercato smette di essere protagonista, il Paris Market Lab prende vita.

 

a cura di Federica Maietti

 

Per ulteriori informazioni
www.en.archmedium.com

 

Nell’immagine, vista notturna del progetto di Guido Tesio e Nicola Munaretto vincitore del primo premio al concorso Paris Market Lab

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here