Architettura contemporanea: il laterizio Danesi attraversa le epoche storiche

“Progettare nel tempo” è il convegno che si terrà l’11 febbraio a Padova, un’occasione per riflettere sulle tendenze dell’architettura contemporanea e della progettazione architettonica. Al centro del convegno anche il laterizio e la riflessione sulla sua modernità, sull’innovazione che in questi anni ha saputo mettere in campo e sperimentare senza tagliare il cordone ombelicale che lo collega alla tradizione. Abbiamo realizzato una serie di interviste sui temi del convegno. Ecco l’Ing. Emanuele Serventi, di Danesi Laterizi.

1)Il settore dei laterizi sta vivendo un momento particolarmente difficile. Eppure, il laterizio, negli ultimi anni e in un contesto di architettura contemporanea, si è rinnovato tantissimo. La comunicazione del cambiamento c’è stata, ma credo sia difficile fare passare davvero il messaggio per un materiale che è molto legato all’edilizia tradizionale. Può essere questo uno dei motivi della crisi?

Il laterizio è, soprattutto in Italia, un materiale da costruzione saldamente legato alla tradizione. È con orgoglio che Fornaci Laterizi Danesi vive questo aspetto: il laterizio ha infatti saputo attraversare diverse epoche storiche, mantenendo e dimostrando sempre le sue molteplici valenze e ricoprendo un ruolo da protagonista nel settore delle costruzioni. Danesi ha mantenuto le caratteristiche di durabilità e resistenza tipiche del laterizio, evolvendo però il prodotto attraverso lo sviluppo di nuove linee altamente performanti: i laterizi rettificati Poroton Plan e i blocchi con isolante integrato Normablok e Poroton Plan TS8.

2)Quali novità presenterà la tua azienda nel 2016?

Noi di Danesi abbiamo di recente completato la realizzazione del nuovo impianto Normablok presso lo storico stabilimento di Soncino, in provincia di Cremona. La proprietà, che da sempre crede nel ruolo strategico del laterizio e investe nella sua evoluzione, ha deciso così di destinare l’impianto di Soncino a una produzione d’eccellenza.

I blocchi Normablok, che nel prossimo futuro vedranno un incremento dei formati disponibili, sono infatti unici perché in grado di garantire sicurezza sismica, efficienza energetica e acustica, durabilità e semplicità di posa in un unico prodotto. Con la nascita del nuovo impianto produttivo, scegliere Normablok è ancor più una scelta strategica a tutto vantaggio del cliente: oltre all’eccellente qualità produttiva e all’immediata disponibilità di materiale, presso lo stabilimento di Soncino è presente un’ampia gamma di laterizi Poroton e tradizionali.

Prima novità del 2016 sarà il blocco Normablok Più S40 Sismico. Il nuovo monoblocco portante e termoisolante è adatto alla costruzione di murature portanti in tutte le zone sismiche: realizzato con laterizio Poroton P800, ha la caratteristica di avere tutti i fori completamente saturati con polistirene additivato con grafite. Grazie ad uno spessore di 40 cm e abbinato alla malta termica Danesi MTM10, Normablok Più S40 Sismico permette di realizzare pareti con trasmittanza di 0,22 W/m²K.

Un sistema vincente per le costruzioni in laterizio, in tutte le zone sismiche e climatiche, rispettoso delle normative vigenti.

www.danesi.it

di Giacomo Sacchetti

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Danesi

Danesi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico