Architettura contemporanea, Hong Kong visionaria

La West Kowloon Cultural District Authority (WKCDA) ha annunciato il vincitore del concorso per la realizzazione del nuovo centro culturale di Hong Kong dedicato allo Xiqu, una forma di spettacolo simile all’Opera che integra canto, teatro, arti marziali, gong e tamburi in un’unica performance in costume.
Lo Xiqu consta di circa 200 generi diversi di cui i più conosciuti sono il Kunqu Cantonese e l’Opera di Beijing che sono stati inclusi nella lista UNESCO del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

 

Lo Xiqu Center sarà il primo dei diciassette edifici dedicati a cultura e arte che verranno aperti nel West Kowloon Cultural Distric e avrà il compito di promuovere questa particolare forma d’arte cinese nella città di Hong Kong fungendo da ingresso trionfale all’intero comparto culturale. Il distretto avrà una superficie di 30.000 metri-quadrati e sarà basato su un’architettura a bassa densità immersa in 23 ettari di spazi verdi a cui farà da corredo una passeggiata di 2 km affacciata lungo il porto.
L’ambizioso progetto, la cui realizzazione è prevista per il 2016, prevede due auditorium per una capienza totale di 1500 posti a sedere, spazi pubblici e una tea house con 280 posti, sarà uno dei simboli del West Kowloon Cultural Distric e vedrà impegnati in una stretta la collaborazione lo studio Ronald Lu di Hong Kong e l’architetto Bing Thom originario di Hong Kong ma con studio a Vancouver.

 

Sono state diffuse le prime immagini del progetto in cui compare una sorta di edificio-faro dalle forme sinuose e dalla facciata curvilinea: una superficie dinamica con un una grande apertura circolare nel centro come vuole la tradizione cinese.
Il concept è incentrato su quattro elementi fondamentali: l’ingresso, il cortile interno, la natura e il paesaggio urbano, il tema del fluire delle cose e del “Qi” traducibile come “soffio vitale”, “respiro”, “energia”.
Il tema dell’ingresso è incarnato dalla forma stessa dell’edificio che con i suoi quattro angoli lasciati aperti accoglie tutti i visitatori. Il tema della corte è rappresentato dallo spazio pubblico nascosto sotto il volume del teatro principale che rimarrà a disposizione di tutti i cittadini e servirà come spazio protetto per eventi e celebrazioni.
La natura compare in molteplici forme ed è declinata in un paesaggio tridimensionale che pervade tutto il complesso mentre il concetto cinese di “Qi” e la visione circolare dei fenomeni della vita e della natura, secondo cui ogni singolo aspetto del sapere è parte di una totalità, è espresso mediante una serie di forme curvilinee e aperture ad arco che lasciano fluire gli spazi uno dentro all’altro.


Bing Thom Architects è uno studio di architettura e urbanistica con sede a Vancouver che opere su scala internazionale da oltre 30 anni. Vanta una lunga esperienza di progetti nel campo dello spettacolo e in ambito culturale grazie a i quali nel 2011 ha ottenuto la medaglia d’oro del Royal Architecture Institute of Canada e il premio  Firm Award nel 2010.
Ronald Lu & Partners è uno studio fondato nel 1976 a Hong Kong specializzato in architettura sostenibile e progetti culturali per i quali ha ottenuto oltre 50 riconoscimenti e premi sia in ambito locale che internazionale.


a cura di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
Xiqu Center


Luogo
Hong Kong


Progettisti
Bing Thom Architects
Ronald Lu & Partners


Progetto
2012


Realizzazione
Prevista 2016


Per ulteriori informazioni
www.bingthomarchitects.com
www.rlphk.com


Nell’immagine di apertura, vista del render di progetto. © Bing Thom

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico