Architettura contemporanea e turismo, un incontro a Bressanone

Sabato 9 giugno a Brunico la Fondazione Architettura Alto Adige presenta l’incontro sul tema Architettura contemporanea e turismo. Negli ultimi anni l’industria del turismo, uno dei settori trainanti dell’economia Altoatesina, ha maturato la consapevolezza che l’architettura contemporanea d’eccellenza nell’intreccio delle relazioni con il territorio, possa rappresentare un plusvalore anche per il turismo.

 

La buona architettura si coniuga con l’ambiente e il paesaggio in cui sorge, con le esigenze della società e dei suoi utenti. Molti la considerano troppo poco emozionante e distaccata, tanto che viene da chiedersi se lo stile folkloristico-regionalista imperante non sia una sorta di rivincita nei confronti del moderno. Gli architetti dovrebbero percepire e concepire con maggiore serietà la loro responsabilità sociale, e trovare il modo di avvicinarsi ai bisogni della gente.
Questi sono i temi che gli architetti intendono affrontare assieme a quanti abbiano a cuore il paesaggio culturale locale, a quanti siano attenti alla realtà costruita, e per i quali nessuna opera può essere ridotta a semplice faccenda privata, convinti che l’atto del costruire incida sempre nel contesto sociale.
La Fondazione Architettura Alto Adige, in questo secondo dibattito pubblico, si prefigge di promuovere la discussione riguardo alle positive ricadute dell’architettura contemporanea sul turismo. Allo stesso tempo intende portare una serie di questioni sul tavolo del dibattito:
– È la forma ad essere determinante o contano piuttosto contenuti e maniere?
– Quali valutazioni di fondo non possono mai mancare in un intervento edilizio, vuoi di nuova costruzione che di ristrutturazione?
– Quali proposte innovative possono contribuire a smuovere la committenza del settore turismo?
– Che presupposti devono garantire le autorità competenti, ad esempio i membri delle commissioni edilizie, per operare responsabilmente?
– Che formazione e che qualifiche sono richieste a questo proposito?

 

Una considerazione espressa con chiarezza anche nel primo incontro-dibattito, in Bassa Atesina: gli edifici nei quali interno ed esterno si riflettono uno nell’altro, e a loro volta dialogano con l’ambiente circostante, danno luogo a un insieme armonico, che viene percepito come tale dai fruitori e in questo senso identificato come “buona architettura”. Si è trovato comune accordo anche riguardo al fatto che il pubblico va entusiasmato piuttosto che educato all’architettura contemporanea.

 

Plusvalore architettura
Negli intenti della Fondazione Architettura Alto Adige, gli incontri d’architettura sono quindi un occasione per avvicinare la popolazione a tematiche come architettura e paesaggio, creare una piattaforma aperta al pubblico dibattito, dare voce alle istanze della cittadinanza, infrangere il riserbo sul tema, rompere il ghiaccio e chiarire le ragioni dell’architettura per diffonderne la comprensione e il consenso.

 

Partecipano
Christian Schwienbacher, architetto, Bressanone
Thomas Walch, vicepresidente dell’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti, Alto Adige
Norbert Dall’Ò, giornalista, caporedattore del settimanale FF
Susanne Barta, moderatrice culturale e cofondatrice di KulturForumCultura
Willi Rainer, già Sindaco di Sesto Pusteria, albergatore

 

Modera
Gerhard Glüher, Preside della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano 
Il dibattito sarà preceduto da un percorso di visite guidate da architetti e tecnici

 

Scarica il programma dell’evento

 

SCHEDA EVENTO
Architettura contemporanea e turismo
Luogo
Forum della Cassa Rurale
Brunico

 

Data
sabato 9 giugno 2012

 

Orario
ore 18.30

 

Per ulteriori informazioni
Architekturstiftung Südtirol
Fondazione Architettura Alto Adige
Tel. 0471 301751
Fax 0471 974546
E-mail: cultura@arch.bz.it
www.arch.kultura.bz.it

 

Nell’immagine di apertura, Hotel Pupp, Bressanone. Foto © Jürgen Eheim

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico