Architettura contemporanea e modernità del laterizio: le idee di SanMarco Terreal

Il convegno “Progettare nel tempo” dell’11 febbraio a Padova è l’occasione per riflettere sulle tendenze dell’architettura contemporanea e della progettazione architettonica. Al centro del convegno anche il laterizio e la riflessione sulla sua modernità, sull’innovazione che in questi anni ha saputo mettere in campo e sperimentare senza tagliare il cordone ombelicale che lo collega alla tradizione. Abbiamo realizzato una serie di interviste sui temi del convegno. Partiamo pubblicando quella all’Arch. Davide Desiderio, di SanMarco Terreal.

1) L’intento di “Progettare nel tempo” di legare progettazione architettura e mondo del lavoro è lodevole. Che tipo di intervento proporrà la sua azienda per raggiungere lo scopo?
“Progettare nel tempo” è un convegno di architettura, tra i pochi nel panorama italiano, dove invece abbondano convegni e simposi tecnici. L’incontro si articolerà attorno a una serie di lectures e dialoghi, proponendo un’occasione di confronto tra le discipline del progetto e il mondo del lavoro, tra architetti e imprese. È un’occasione quindi per riflettere non solo sulle tendenze dell’architettura contemporanea, ma soprattutto sulle ragioni di modernità del laterizio capace oggi di rispondere in maniera appropriata non solo alle istanze di risparmio energetico, ma soprattutto alle nuove tendenze del linguaggio architettonico contemporaneo. In questa ottica SanMarco ha invitato l’architetto Ruben Verdi, progettista del nuovo Moving Walkway e darsena terminal passeggeri all’aeroporto di Venezia, un esempio dove il laterizio, utilizzato in maniera moderna, dà espressività e calore all’architettura.

2) Il settore dei laterizi sta vivendo un momento particolarmente difficile. Eppure, il laterizio, negli ultimi anni, si è rinnovato tantissimo. La comunicazione del cambiamento c’è stata, ma credo sia difficile fare passare davvero il messaggio per un materiale che è molto legato all’edilizia tradizionale. Può essere questo uno dei motivi della crisi?
Credo che la crisi che sta vivendo il nostro settore sia particolarmente difficile, tuttavia sia anche una opportunità di cambiamento e di crescita. È infatti vero che sopravvivono alla crisi aziende dinamiche in grado di investire su ricerca e innovazione. Aziende, come SanMarco, che sanno innovare mantenendo fede alla tradizionalità del laterizio, e, al tempo stesso, accogliendo o anticipando gli orientamenti di una domanda oggi molto attenta alle istanze di modernità, innovazione, esclusività, flessibilità produttiva, customerizzazione.

3) Quali novità presenterà la sua azienda nel 2016?
SanMarco si sta muovendo in varie direzioni per rispondere alla sempre crescente richiesta di architettura sostenibile, efficiente, sicura e anche bella. Da una parte aumentare le performance dell’involucro in laterizio non solo dal punto di vista dell’isolamento termico, ma anche di quello acustico. Per quanto riguarda invece la “pelle” dell’edificio il laterizio sta confermando il proprio ruolo di elemento espressivo capace di rinnovare l’immagine dell’architettura. Stiamo infatti assistendo a un nuovo rinascimento del laterizio, utilizzato come semplice strato esterno dell’involucro, diviene elemento leggero e sottile che permette giochi di chiaro-scuro, pieno-vuoto, sporgenza-rientranza. Se analizziamo alcune realizzazioni di architettura contemporanea vedremo che questa tendenza è già evidente: il laterizio, o la terra cotta, si carica di valori estetici e decorativi quasi scultorei, dati da nuove forme e nuove miscele di colore e sfumature. La ricerca all’interno di SanMarco si orienta verso formati, colori, stonalizzazioni assolutamente inusuali e con possibilità di arrivare a produzioni customizzate sul singolo progetto.

A questo proposito SanMarco lavorerà su nuove colorazioni di MAAX, una nuova linea di laterizi a pasta molle extralarge, che dona massimo risalto alle linee orizzontali grazie al formato particolare caratterizzato da una lunghezza fino a 49 cm e da un’altezza di soli 4 cm. Su un altro filone di ricerca per il Living e l’architettura degli interni si attestano gli esiti formali della nuova linea Listello Disegual, che permette di dare espressività formale alla facciata attraverso l’utilizzo di spessori differenti. Una volta applicato crea un movimento di volumi che fuoriescono rispetto ad altri complanari descrivendo geometrie originali e personalizzate e un gioco chiaroscurale, che impreziosisce la facciata.

www.sanmarco.it

di Giacomo Sacchetti

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

SanMarco-Terreal Italia

SanMarco-Terreal Italia


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico