Architettura contemporanea e laterizio, IL materiale da costruzione

“Progettare nel tempo” si terrà l’11 febbraio a Padova, sarà un’occasione per riflettere sull’ architettura contemporanea e sulla progettazione architettonica. Al centro del convegno il laterizio e l’innovazione che in questi anni ha messo in campo e sperimentato senza dimenticare la tradizione. Abbiamo realizzato una serie di interviste sui questi temi del convegno: vi proponiamo oggi quella con l’ingegner Enrico Lanconelli di Wienerberger.

1)L’intento di “Progettare nel tempo” – di legare progettazione, architettura contemporanea e mondo del lavoro – è lodevole. Che tipo di intervento proporrà la sua azienda per raggiungere lo scopo?

Il nostro intento come Wienerberger è quello di mostrare alcune eccellenze architettoniche realizzate con un materiale tradizionale, il laterizio, ma fortemente orientate alla modernità e al risparmio energetico. Lo scopo è proprio quello di mostrare come un elemento legato generazionalmente alle costruzioni del passato, riesce ancora oggi a garantire elevate prestazioni (termiche, strutturali, di durabilità, ecc.) pur garantendo ampia libertà progettuale.

2) Il settore dei laterizi sta vivendo un momento particolarmente difficile. Eppure, il laterizio, negli ultimi anni, si è rinnovato tantissimo. La comunicazione del cambiamento c’è stata, ma credo sia difficile fare passare davvero il messaggio per un materiale che è molto legato all’edilizia tradizionale. Può essere questo uno dei motivi della crisi?

Non direi, la crisi nel settore delle costruzioni ha colpito indistintamente tutti i produttori di tutti i materiali costruttivi. Il vantaggio del laterizio, semmai, è stato quello di essere sempre riconosciuto come IL materiale da costruzione per eccellenza. La sfida, oggi, è quella di far capire che il laterizio si è rinnovato moltissimo nel tempo, è un materiale all’avanguardia, e fornisce oggi soluzioni costruttive molto innovative, in linea con i temi del risparmio energetico e della sicurezza sismica.

3) Quali novità presenterà la sua azienda nel 2016?

Come da diversi anni a questa parte Wienerberger continua nella promozione del sistema costruttivo in laterizio per eccellenza: quello dei blocchi rettificati. Grazie al sistema della rettifica e alla ricerca fatta su argille e disegni dei blocchi, quest’anno presentiamo una gamma rinnovata di laterizi a setti sottili adatti alla realizzazione di edifici a energia quasi zero: sto parlando della gamma Porotherm BIO PLAN T – 0,09. Parallelamente abbiamo rinnovato la gamma, sempre rettificata dei blocchi riempiti con lana di roccia (I Porotherm PLANA+), la gamma portante sismica con un nuovo blocco altamente prestazionale da 45 cm di spessore, i blocchi per muratura armata e, infine, la gamma orientata alla ristrutturazione denominata “cappotto in laterizio”: il Porotherm Revolution.

www.wienerberger.it

Nella foto la Casa sul Rio dei Molini, edificio monofamiliare che sorge sulla riva del Rio Selva dei Molini, nel comune di Campo Tures (Bolzano) in Val di Tures, a nord di Brunico. Porotherm PLAN 50 T è la soluzione in laterizio rettificato scelto per la realizzazione di involucri in muratura da tamponamento. Foto per gentile concessione © Gustav Willeit

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Wienerberger

Wienerberger


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico