Architettura 43. Le forme dell’abitare alla Facoltà Aldo Rossi di Cesena

Sarà inaugurata il prossimo 21 ottobre presso la Chiesa dello Spirito Santo a Cesena la mostra Architettura.43. Abitare organizzata dalla Facoltà di Architettura “Aldo Rossi” di Cesena e articolata nelle sezioni Archetipi, Paesaggi d’acqua, India. Forme dell’abitare, Studi.

 

Scritto nell’agosto del 1999, il manifesto degli studi della facoltà di architettura di Cesena sottolineava come le specifiche peculiarità del corso di studi in architettura risiedessero nella “sintesi della componente umanistica e della componente scientifica e tecnica”, e precisava come esso si dovesse fondare “sui tre momenti da sempre essenziali del ‘fare’ Architettura: la storia, la progettazione, il disegno”. L’organizzazione della didattica ha da allora disegnato, nel rispetto di questi assunti, una struttura precisa, in grado di offrire forma e coerenza ai principi dichiarati. Si tratta di una sorta di telaio le cui maglie, ben individuate, permettono l’intrecciarsi dei singoli punti di vista e delle differenti riflessioni all’interno della scuola.
In particolare, l’architettura dei laboratori di progettazione individua chiare e motivate successioni tematiche, secondo le quali al primo anno lo studente si confronta principalmente con lo studio di edifici tratti dalla storia dell’architettura, al secondo con il progetto di un sistema di residenze, negli anni successivi con il progetto di edifici pubblici o collettivi. L’obiettivo risiede nella volontà di favorire la naturale crescita dello studente, dal punto di vista delle conoscenze disciplinari, della capacità critica, della coerenza espressiva.

 

Architettura 43. Abitare intende presentare, attraverso una mostra e la pubblicazione che la accompagna, una sintesi dei lavori maturati all’interno dei laboratori di progettazione sul tema dell’abitare evidenziando, al di là delle differenti direzioni d’indagine e scale di progetto, non solo la riconoscibilità delle scelte tematiche ma anche l’identificazione di un approccio metodologico condiviso.
I materiali esposti sono organizzati in quattro sezioni tematiche: Archetipi, Paesaggi d’acqua, India. Forme dell’abitare e Studi.
La prima sezione, Archetipi, afferma l’imprescindibile relazione fra l’architettura e la città proponendo l’accostamento fra alcuni modelli di città moderna ed un grande atlante delle architetture, creato utilizzando i ridisegni realizzati dagli studenti all’interno del laboratorio di progettazione a partire dal primo anno accademico attivato.
La sezione Paesaggi d’acqua raccoglie i lavori maturati all’interno del laboratorio di progettazione del secondo anno, esito di una riflessione incentrata sulla realtà della città costiera che ha condotto a eleggere come luoghi concreti di sperimentazione le città di Cesenatico e Jesolo. I lavori esposti documentano un’indagine che, a partire dalla conoscenza di base dei caratteri morfologici della città e attraverso una riflessione critica sul suo sviluppo nel tempo, si propone di metterne in risalto i recenti processi di trasformazione. Le proposte progettuali si interrogano in particolare sulle relazioni fra l’abitazione permanente e temporanea confrontandosi con i modelli abitativi tradizionali ed interrogandosi, alla luce dei concetti di flessibilità spaziale e temporale, mescolanza di funzioni, adattabilità, permeabilità, sulle differenti modalità d’uso richieste agli spazi abitativi contemporanei.
I materiali presentati all’interno della sezione India. Forme dell’abitare sono stati elaborati nell’ambito del Laboratorio di sintesi finale I luoghi dell’abitare. Identità della residenza contemporanea, all’interno del quale è stato approfondito il tema dell’abitare con particolare riferimento ai concetti di città, comunità e casa. La ricerca sui caratteri dell’insediamento residenziale come opera della collettività è documentata da una serie di studi analitici dedicati ai più significativi interventi di edilizia residenziale realizzati in India negli anni settanta e ottanta. Completano la sezione alcuni progetti di riqualificazione urbana dedicati alla città di Varanasi in cui il tema dell’abitazione, a partire dal concetto di identità plurale e dall’esplorazione dei suoi significati, assume un valore di assoluta centralità.
La sezione Studi conclude il percorso espositivo con una selezione di ricostruzioni realizzate nell’ambito del laboratorio di progettazione collocato al primo anno del percorso di studi nei primi dodici anni di vita della facoltà. Le ricostruzioni, documentate attraverso disegni originali e modelli fisici, evidenziano il grande potenziale che gli esempi analizzati sono ancora in grado di liberare nel momento in cui se ne indaghino le strutture formali, ed il contributo che esse possono offrire, sul piano formativo, per una riflessione sulle qualità dello spazio architettonico e del processo compositivo in generale.
La mostra è completata da proiezioni video, materiale fotografico, modelli urbani e di architettura.

 

SCHEDA EVENTO
Architettura 43. Abitare

 

Luogo
Chiesa dello Spirito Santo, via Milani
Cesena

 

Periodo
21 ottobre – 4 dicembre 2011

 

Orari
lunedì – venerdì | 16.30-19.30
sabato e domenica | 10.00-13.00/16.30-19.30

 

Inaugurazione
venerdì, 21 ottobre 2011 | ore 17.30

 

Interverranno:
Gino Malacarne, Preside della Facoltà di Architettura “Aldo Rossi”
Gianni Braghieri, Professore ordinario in Composizione architettonica e urbana della Facoltà di Architettura “Aldo Rossi”

 

Mostra
a cura di Elena Mucelli

 

Sezioni a cura di
Elena Mucelli – Archetipi
Francesco Gulinello – Paesaggi d’acqua
Stefania Rössl – India. Forme dell’abitare
Lorena Pulelli – Studi
grafica | Francesco Gulinello
esecutivo | Lorena Pulelli
allestimento modelli | Davide Giaffreda

 

Volume Architettura 43. Abitare a cura di Elena Mucelli
pubblicato per i tipi della CLUEB – Cooperativa Libraria Universitaria Editrice Bologna © 2011

 

Collaborazione alla redazione
Lorena Pulelli, Raffaella Sacchetti

 

Riprese fotografiche
Alvise Raimondi

 

Consulenza grafica
Sergio Polano | Studio Cossio & Polano snc

 

Ideazione e produzione
a cura dell’ufficio mostre della facoltà di architettura “Aldo Rossi”
Annalisa Trentin (Responsabile scientifico)
Giovanni Poletti (Responsabile tecnico)
Agnese Fantini
Gilda Giancipoli

 

Con il contributo di
Fondazione Cassa di Risparmio di Cesenaù
Ser.In.Ar.

 

Enti promotori
Facoltà di Architettura “Aldo Rossi” – Sede di Cesena
Comune di Cesena

 

Alma Mater Studiorum
www.arch.unibo.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico