Architetti, preoccupa il Rapporto Cresme 2013 sulla Professione

Con il coinvolgimento di dieci ordini provinciali, che hanno contribuito alla definizione del campione statistico, il Cresme e il Centro Studi del CNAPPC hanno realizzato il Rapporto 2013 sulla professione di Architetto.

 

Il Rapporto illustra lo stato attuale della professione anche con la presentazione e l’analisi delle statistiche demografiche fornite al Consiglio Nazionale dai singoli ordini. Dal 2006 al 2012 si è verificata la perdita di quasi un terzo del reddito annuo dei professionisti: nel 2012 il reddito medio è poco più di 20 mila euro e la quota degli investimenti in costruzioni che fa riferimento ai soli servizi di progettazione offerti dagli architetti (e dagli ingegneri), si è quasi dimezzato. Il Rapporto ha valore internazionale (attraverso l’indagine condotta dal Consiglio Europeo degli Architetti nel 2012) e nazionale (nel confronto con le altre categorie professionali).

 

Congiuntura economica, condizione lavorativa e professionale degli architetti, giovani architetti, internazionalizzazione: questi sono i temi affrontati nel rapporto, che contiene anche la collezione e lo studio delle statistiche sui redditi e sui volumi d’affari (per queste informazioni le fonti sono Inarcassa e l’Agenzia delle entrate), delle statistiche universitarie e delle abilitazioni professionale (fonte: MIUR), delle statistiche sull’inserimento occupazionale dei neolaureati (fonte: Almalaurea).

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico