Annunciato il vincitore del Premio Mies van der Rohe 2009

“Il Teatro dell’Opera di Oslo è più di un semplice edificio. È prima di tutto uno spazio urbano, un dono alla città. L’edificio può essere considerato un catalizzatore di tutte le energie della città ed è emblematico del rinnovamento del suo tessuto urbano”. (Francis Rambert, Presidente della Giuria del Premio Mies van der Rohe 2009).

 

La Commissione Europea e la Fondazione Mies van der Rohe hanno annunciato nei giorni scorsi il vincitore del Premio Mies van der Rohe 2009 – Premio dell’Unione Europea per l’Architettura Contemporanea. Si tratta della Norwegian National Opera & Ballet di Oslo, il più grande centro culturale costruito in Norvegia negli ultimi 700 anni, firmato dallo studio norvegese Snøhetta, già autore della nuova Biblioteca di Alessandria d’Egitto.
L’annuncio è stato diffuso on-line dal Commissario Europeo dell’Educazione, Formazione, Cultura e Gioventù, Ján Figel e da Francis Lambert, Presidente della Giuria, che ha inoltre assegnato la Menzione Speciale Architetti Emergenti allo Studio UP/Lea Pelivan e Toma Plejić per il Gymnasium 46° 09’ N / 16° 50’ E, a Koprivnica, Croazia.

 

Il premio biennale (60.000 euro per il progetto vincitore e 20.000 euro per la menzione speciale), finanziato con il sostegno dell’Unione Europea e assegnato ad opere completate nei due anni precedenti, costituisce uno dei più prestigiosi ed importanti riconoscimenti internazionali di architettura, concepito con l’intento di promuovere il ruolo dell’architettura come motore di creatività ed innovazione oltre i confini nazionali, riconoscendo i contributi professionali europei allo sviluppo di nuove idee e tecnologie che influenzano la vita quotidiana.

 

IL VINCITORE
Norwegian National Opera & Ballet, Oslo, Norvegia
Snøhetta / Kjetil Trædal Thorsen, Tarald Lundevall, Craig Dykers

 

L’edificio-landmark di Snøhetta è una copertura inclinata – rivestita da 36.000 lastre in pietra – che emerge dai fiordi, consentendo al pubblico, ai residenti e agli appassionati di opera di camminare sopra l’edificio, relazionandosi ad esso. Si tratta del primo intervento inserito nel piano di trasformazione della baia di Oslo, il cui obiettivo principale è quello di collegare la città al suo waterfront. Oltre a fornire alla città una struttura di livello internazionale, la rampa-copertura rivestita in pietra rappresenta un importante punto di riferimento per la collettività. Un nuovo paesaggio urbano aperto al pubblico. L’interno è composto da una sequenza di spazi differenziati, caratterizzati da materiali selezionati con cura e dall’integrazione con opere d’arte commissionate a numerosi artisti internazionali.

 

GLI ALTRI FINALISTI DEL PREMIO
Il vincitore del Premio è stato selezionato da una lista di cinque opere candidate:
Zenith Music Hall, Strasbourg (France) di Studio Fuksas/ Massimiliano & Doriana Fuksas
Luigi Bocconi University, Milan (Italy) di Grafton Architects/ Shelley McNamara, Yvonne Farrell,
Norwegian National Opera & Ballet, Oslo (Norway) di Snøhetta/ Kjetil Trædal Thorsen, Tarald Lundevall, Craig Dykers.
Multimodal Centre – Nice Tramway, Nice (France) di Atelier Marc Barani
Library, Senior Citizens’ Centre and Interior Courtyard, Barcelona (Spain) di RCR Arquitectes

 

I finalisti sono stati selezionati tra 340 progetti proposti da membri dell’ACE (Architects’ Council of Europe), di altre associazioni nazionali di architettura, del gruppo di Esperti e del Comitato Consultivo.

 

La cerimonia ufficiale di assegnazione dei premi si svolgerà il prossimo 28 maggio a Barcellona, presso il Padiglione Mies van der Rohe. A settembre 2009 partirà una mostra itinerante con un catalogo di presentazione dei lavori scelti dalla Giuria – il Vincitore del Premio, la Menzione Speciale, i finalisti e la lista dei cinque candidati.

 

Nell’immagine: il Teatro dell’Opera di Oslo. Progetto vincitore del Premio Mies van der Rohe 2009. Foto di Jens Passoth

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico