Alejandro Aravena si aggiudica il Pritzker Architecture Prize 2016

Il giovane architetto cileno è il quarto vincitore del Pritzker Architecture Prize proveniente dall’America Latina, dopo Luis Barragán (1980), Oscar Niemeyer (1988), e Paulo Mendes da Rocha (2006 ).

Dal 2001, Alejandro Aravena dirige ELEMENTAL, una “Do Tank” con sede a Santiago composta da Gonzalo Arteaga, Juan Cerda, Victor Oddo, e Diego Torres. “Do Tank” è una parola coniata dal gruppo in contrapposizione al più comune “think tank“: ELEMENTAL si concentra infatti su progetti di interesse pubblico e dal forte impatto sociale, quali residenze, spazi pubblici, infrastrutture e trasporti. L’approccio di ELEMENTAL alla progettazione si caratterizza per un forte coinvolgimento delle istituzioni pubbliche e soprattutto degli utenti finali attraverso processi di progettazione partecipata.

La giuria ha dichiarato: “Alejandro Aravena guida una nuova generazione di architetti caratterizzata da una visione olistica dell’ambiente costruito. Aravena ha chiaramente dimostrato una grande capacità di coniugare responsabilità sociale ed implicazioni economiche con la progettazione dell’habitat umano ed urbano.

L’approccio innovativo di Aravena amplia la portata tradizionale della professione di architetto, trasformandolo in una figura universale che ha l’obiettivo di trovare una soluzione veramente collettiva e condivisa per l’ambiente costruito. (…) La generazione più giovane di architetti e designer che sono alla ricerca di opportunità per influenzare il cambiamento, possono trarre numerose ispirazioni da Alejandro Aravena“.

Alejandro Aravena, in risposta alla sua vittoria ha dichiarato: “Guardando indietro, ci sentiamo profondamente riconoscenti. Nessun risultato è individuale. L’architettura è una disciplina collettiva. Pensiamo quindi con gratitudine a tutte le persone che hanno contribuito a dare forma ad una grande diversità di forze in gioco. Guardando al futuro ci aspettiamo “Libertà”! Il prestigio, la portata, la gravitas del premio sono tali che ci auguriamo consentiranno di esplorare nuovi territori, affrontare nuove sfide e camminare in campi inesplorati. Dopo tale successo, il percorso è ignoto. Quindi il nostro piano non è quello di avere un piano, affrontare l’incertezza, rimanere aperti all’inaspettato. Infine, guardando al presente, siamo semplicemente sopraffatti dalla felicità. È il momento di festeggiare e condividere la nostra gioia con quante più persone possibile“.

La cerimonia ufficiale premio avrà sede presso il Palazzo delle Nazioni Unite a New York il 4 Aprile 2016.

Il Pritzker Architecture Prize e la giuria

Il Pritzker Architecture Prize è stato fondato nel 1979 da Jay A. Pritzker e la moglie, Cindy con lo scopo di premiare annualmente un architetto vivente le cui opere mostrino una combinazione di talento, vision e dedizione capaci di produrre un contributo significativo al progresso dell’umanità e dell’ambiente costruito.

Per l’edizione 2016 la composizione della giuria è stata la seguente: il presidente Lord Palumbo, Presidente Emerito della Trustees, Serpentine Gallerie, ex presidente dell’ Arts Council of Great Britain, ed in ordine alfabetico: Stephen Breyer, giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti; Yung Ho Chang, architetto ed educatore, Pechino; Kristin Feireiss, curatore, scrittore e redattore, Berlino; Glenn Murcutt, architetto e già premio Pritzker 2002, Sidney; Richard Rogers, architetto e premio Pritzker nel 2007, Londra; Benedetta Tagliabue, architetto e direttore di EMBT Miralles Tagliabue, Barcellona; e Ratan N. Tata, Presidente Emerito della Tata Sons, società del Gruppo Tata, Mumbai, India. Il direttore esecutivo del Premio Pritzker è Martha Thorne, Preside della Facoltà di Architettura e Design, di Madrid.

a cura di Simona Ferrioli

Per ulteriori informazioni
www.pritzkerprize.com

Nell’immagine di apertura, Alejandro Aravena, Villa Verde. © Elemental

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico