ALDO ROSSI – Identità Lombarda e Vocazione Internazionale

Lunedì 26 gennaio 2009, alle ore 16.30, si inaugura presso lo Spazio mostre del Campus Bovisa del Politecnico di Milano la mostra Aldo Rossi. Identità lombarda e vocazione internazionale. Disegni e modelli di opere e progetti dell’archivio personale di Aldo Rossi dalle collezioni PARC – MAXXI, a cura di Francesco Moschini con il coordinamento di Valentina Ricciuti.

A distanza di un anno dalla mostra organizzata a Roma presso l’Accademia nazionale di San Luca, una nuova iniziativa intende mettere a confronto la dimensione lombarda e milanese della poetica di Aldo Rossi con quella internazionale, presentando disegni e modelli di architettura elaborati tra il 1964 e il 1997. Della città di Milano, nella cui storia e nella cui cultura ha le sue prime e più profonde radici, Rossi ha infatti ripreso un’antica e autentica vocazione internazionale. Non a caso la mostra si tiene presso una sede del Politecnico, dove Rossi ha iniziato a insegnare come professore e dove ha lasciato un’importante eredità.

Dal progetto per l’Hotel Duca a Milano a quello del complesso alberghiero di Fukuoka in Giappone, dagli allestimenti per la Triennale al Deutsches Historisches Museum di Berlino, al Bonnenfantenmuseum di Maastricht in Olanda, l’esposizione restituisce attraverso i materiali autografi selezionati dalle Collezioni PARC-MAXXI, l’ossessione di Aldo Rossi per gli oggetti, l’elementarismo, l’idea di città costruita per frammenti, il ricorso alla variazione scalare che modifica le proprietà delle forme e dello spazio.

L’allestimento prevede, in un unico ambiente, il confronto tra importanti progetti per il nord Italia (tra i quali il Cimitero di San Cataldo a Modena del 1971-76, il Teatro del Mondo per la Biennale di Venezia del 1979, il Palazzo dei Congressi di Milano del 1982-89, la Scuola di Fagnano Olona a Varese del 1972, l’Unità d’abitazione al quartiere Gallaratese del 1969-72, l’Aeroporto internazionale di Linate del 1991-92) con piccole architetture museali (Vassivière e Maastricht del 1990) o con i progetti pensati per diverse occasioni internazionali: dall’unità residenziale a Setúbal in Portogallo alla Torre di Buenos Aires (1984), dal Campus di Miami (1986) alle Case unifamiliari a Monte Pocono (Pennsylvania 1988), dal Complesso Residenziale e di Uffici di Schlachthuis all’Aia (1988) ai progetti per la Walt Disney di Parigi (1988) e Orlando (1991). Particolare attenzione è riservata ai progetti e alle realizzazioni di Rossi in Germania. Tra questi, il Concorso per la Leipzigerplazt (1990), il complesso residenziale in Schützenstrasse (1992) e il Deutsches Historisches Museum (1988-1989).

 

LA MOSTRA

 

ALDO ROSSI

Identità Lombarda e Vocazione Internazionale

disegni e modelli di opere e progetti dell’archivio personale di Aldo Rossi dalle collezioni PARC – MAXXI

 

Dal 26 gennaio al 6 febbraio 2009

Inaugurazione
26 gennaio 2009 – ore 16.30

Spazio mostre del Politecnico di Milano – Campus Bovisa
Via Durando 10, 20159 Milano

 

a cura di Francesco Moschini
coordinamento di Valentina Ricciuti

Centro Archivi MAXXI Architettura
Esmeralda Valente, Alessandra Mele con Raffaella Dionisi

Politecnico di Milano
Giulio Ballio

Facoltà di Architettura Civile
Massimo Fortis, Angelo Torricelli, Daniele Vitale

Segreteria organizzativa
Liana Frola, Giacomo Menini
 

 

Per informazioni:
DPA – tel. 02.23995640

dpa.comunicazione@polimi.it

 

 

Nell’immagine: Cimitero di San Cataldo a Modena, 1971-76

Fonte

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico