Al via la seconda edizione del concorso di architettura CityVision. Progetti per la città contemporanea

Perché Venezia è come una medusa, ipnotica e irresistibile che attrae, da sempre, tutti i viaggiatori ambiziosi e gli sperimentatori visionari, ma che raramente concede palmi del proprio prezioso terreno strappato alle acque e alla melma. […] Perché Venezia è uno di quei pochi luoghi nel mondo che ha sempre avuto la capacità e potenza di attrarre contemporaneamente alto e basso, mescolandoli in un’atmosfera che è insieme luogo dello spirito e del corpo, aspirazione all’impossibile e ricerca della bellezza a basso costo, come dire Brodskij e MacDonald, gondole e Le Corbusier, Florian e Wright, il Carnevale e Kahn, Murano tra Scarpa e paccottiglie, la suite al Danieli e le folle oceaniche mordi-e-fuggi, la Biennale e il mercato di Rialto, l’Harris Bar e i bacari, Tafuri e Arlecchino, dove tutto si rispecchia nel suo doppio mescolando valori, senso, importanza”.

Luca Molinari, Come può cambiare la natura della città di Venezia nei prossimi decenni?

 

CityVision è un veicolo nato per far dialogare l’attuale città contemporanea con la sua immagine futura attraverso l’organizzazione di concorsi visionari d’architettura sulle principali metropoli mondiali che possano essere da stimolo per le amministrazioni locali e aiutare così i giovani architetti che si affacciano al mondo del lavoro.
L’obiettivo è promuovere e discutere delle idee più avanzate generate nelle scuole e negli studi professionali di tutto il mondo. È un mezzo per esplorare la realtà e il futuro della progettazione e del design con notizie, eventi e progetti.
VeniceCityVision Competition è la seconda edizione della serie di concorsi internazionali promossi da City Vision Mag. L’obiettivo di VeniceCityVision Competition parte dalle stesse linee guida dell’edizione romana e, oltre a voler valorizzare il tessuto storico della città, vede nell’identità acquatica della laguna uno starting point fondamentale per creare nuove visioni di un possibile sviluppo di questa componente.

 

VeniceCityVision è un concorso di idee rivolto ad architetti, ingegneri, designers, studenti e creativi che potranno presentare le loro proposte progettuali allo scopo di stimolare, aggredire e sostenere la città contemporanea, in questo caso Venezia, attraverso idee innovative che migliorino la convivenza tra tessuto storico e tessuto futuro e favoriscano una corretta evoluzione della storiografia architettonica.
La città italiana manifesta una costante mancanza di pianificazione urbana e una povertà progettuale. L’obiettivo del concorso è anche quello di spingere l’immaginazione, attraverso l’utilizzo di nuovi materiali, eco-tecnologie, software parametrici, ad una visione futura della città di Venezia, creando nuovi paesaggi digitali, per una città così legata al classicismo e alla tradizione.
La globalizzazione, il riscaldamento ambientale, la futura storiografia della città, l’adattabilità e la rivoluzione digitale sono solo alcuni degli elementi che dovrebbero essere presi in considerazione.

 

La proposta progettuale può riguardare un monumento significativo, una strada, un quartiere o meglio l’intera città. Per questo motivo non ci sono restrizioni che riguardino sito, programma o dimensione del progetto.
L’obiettivo è quello di dare la massima libertà cercando di realizzare la proposta più innovativa e provocatoria possibile che abbia lo scopo di smuovere e stimolare le coscienze dormienti delle amministrazioni locali. La proposta progettuale, poi, deve sostenere ed aiutare la natura cercando anche di generarla laddove ce ne sia bisogno, migliorare la città e il nostro stile di vita. Preparare i cittadini a tutto quello che li aspetta negli anni a venire, a come la tecnologia influenzerà gli stili di vita e come l’ architettura si evolverà.

 

Questo concorso internazionale di idee ha tre obiettivi:
1. Stimolare la ricerca progettuale.
2. Incoraggiare la creatività delle generazioni di progettisti più giovani.
3. Stimolare lo sviluppo scientifico nel campo dell’architettura attraverso una riflessione critica sulla città.

 

Le visioni veneziane saranno giudicate da una giuria internazionale che avrà come presidente Bjarke Ingels, il fondatore dello studio danese BIG ed ancora Neri Oxman, Elena Manferdini, Maria Ludovica Tramontin e Bostjan Vuga, tutte figure che si distinguono per la forte componente di sperimentazione nel loro lavoro.

 

L’edizione romana ha richiamato più di cento partecipanti da ogni parte del mondo e ha stupito con una pagina di upload completamente piena di progetti, tutti molto interessanti, che sono stati giudicati da una giuria di architetti internazionali con a capo Juergen H. Mayer e jury members come Francesco Gatti, Francesco Lipari, Felipe Escudero e Michael Caton.

 

Scarica il bando completo

Scarica il poster del concorso

 

Calendario
16 febbraio 2011 | Annuncio del concorso
21 marzo 2011 | Scadenza invio domande
4 aprile 2011 | Prima registrazione
27 maggio 2011 | Ultima registrazione
6 giugno 2011 | Scadenza consegna
giugno 2011 | Annuncio dei risultati
settembre 2011 | Mostra progetti, Cerimonia di premiazione e Conferenza

 

 

Per informazioni
CITYVISION MAG
Via Appia Nuova 503
00181 Roma
Tel. 06 39031053

E-mail: info@cityvision-competition.com
www.cityvision-competition.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico