Al Salone del mobile 2011 vince il design sostenibile. E poi… ecco le foto di Architetti.com

Design sostenibile fatto di soluzioni green, riciclo, bio edilizia ed eco. Ecco quali sono le rendenze di ciò che abbiamo visto al Fuori Salone e al Salone in questi giorni. Giovani designer e aziende puntano su questo.

 

Si punta anche sulla creatività dei giovani designer al Salone del mobile 2011. E ancora: mobilità alternativa, sperimentazione e dimensione sociale al Fuori Salone: la bicilcletta è centro e oggeto di culto di questa edizione. Anche quest’anno, quindi, il centro di Milano è stato trasformato in (show)room.
Trasformare gli oggetti da eliminare in un nuovo angolo verde per la casa e il giardino: quindi creare dai e coi rifiuti, illuminare senza utilizzare la luce artificiale. Per rendere più sostenibile l’innovazione e arricchire con il design i progetti eco-friendly.

 

Ecodesign
Anche quest’anno il Salone è interessante perchè ti permette di conoscere le più importanti novità in materia di mobilità sostenibile, bioedilizia e recupero rifiuti. Aziende leader del settore, designer più conosciuti, e anche più sconosciuti. Ampio è infatti lo spazio dedicato alle tendenze “green”: arredamento eco-friendly. Oggetti e mobili in cartone e altri materiali riciclati e riutilizzati; oggetti giunti al termine del proprio ciclo vitale e materiali poveri utilizzati in soluzioni estetiche innovative e sorprendenti; complementi d’arredo realizzati con rifiuti industriali; lampade che uniscono design e riciclo si fondono, gioielli in gomma riciclata (che sostiuisce oro e pietre preziose).

 

Il Cradle To Cradle (C2C) al Fuori Salone è da non perdere: l’approccio alla progettazione che trasforma gli scarti industriali in componenti-nutrienti per prodotti, che valorizza le energie alternative; integra diversità biologica, culturale e concettuale. E’ di certo un’impostazione nuova e coraggiosa del Design, proposta al Fuorisalone da Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo, referente italiano del Network europeo C2C e partner di EcoIntelligentGrowth nell’applicazione del protocollo di Certificazione C2C.
La ricerca in tema di materiali, come elemento di competitività rispetto a mercati che non hanno il coraggio di confrontarsi con le limitatezze del pianeta.

 

E poi il legno, vero protagonista delle ultime novità a basso impatto ambientale. Semplicità di smaltimento e lunga durata. Queste le sue caratteristiche più “tradizionali”. E’ ancora più “eco” se consideriamo che, per alcune proposte al Salone, è stato trattato con oli protettivi non inquinanti e perché proviene da luoghi in cui si rispetta il divieto di disboscamento selvaggio: la cartiera Gmund è presente al Salone con l’evento “Sparkling, ecologically correct” (via Tortona 37): prestigiose le carte presentate, destinate al settore immobiliare, all’hotellerie e al lusso, oltre che alla moda, alla cosmetica e alla gioielleria. Lo spazio espositivo è progettato secondo i più innovativi criteri della bioedilizia e della sostenibilità.

 

Poi: il riciclo. Le parti dei mobili che più facilmente sono soggette a usura e danneggiamento vengono realizzate con materiali riciclabili, oppure vengono utilizzate con soluzioni che le rendono più facilmente sostituibili. Processi che utilizzano coloranti naturali e atossici e che limitano l’immissione di CO2 nell’atmosfera. Nuova vita agli oggetti è un altra tematica e “poetica” molto diffusa al Fuori Salone: l’obiettivo principale è sensibilizzare i cittadini al recupero di oggetti destinati allo smaltimento. Il vecchio mobile di casa, la lampada vecchia o la sedia bucata diventano servono per far crescere nuovi spazi verdi (nascono gli orti da camera!).

 

Sostenibilità fa rima con mobilità. Anche le case automobilistiche hanno presentato le ultime novità. Peugeot in piazza Po accende con un complesso gioco di luci la Casa dell’energia – un museo dedicato all’illuminazione – con iOn, city car “totally electric”, a disposizione dei visitatori per raggiungere la Casa dell’energia con partenza dallo stand Peugeot (via Bergognone).

 

a cura di Giacomo Sacchetti

 

 

Nell’immagine di apertura: PlayWood. Nella galleria di immagini, una selezione delle nostro foto dal Salone. Se vuoi vedere la galleria completa vai alla pagina Facebook di Architetti.com.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico